L'OPERA PRIMA DAL TITOLO  MATERNAL-HOGAR  SCRITTA E DIRETTA DALLA NOSTRA MAURA DELPERO CON LIDIYA LIBERMAN PROTAGONISTA FEMMINILE E' L'UNICO FILM ITALIANO IN  PANORAMA INTERNAZIONALE  DI ALICE NELLA CITTA' ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA DAL 17 AL 27 OTTOBRE
l'opera prima dal titolo "maternal-hogar" scritta e diretta dalla nostra maura delpero con lidiya liberman protagonista femminile e' l'unico film italiano in "panorama internazionale" di alice nella citta' alla festa del cinema di roma dal 17 al 27 ottobre
2019-08-18
Tutta la C.D.A. STUDIO DI NARDO è orgogliosa di annunciare che l'unico film italiano nella sezione "Panorama Internazionale" di "Alice nella città" all'interno della Festa del Cinema di Roma dal 17 al 27 ottobre 2019 è "MATERNAL-HOGAR", scritto e diretto dalla nostra MAURA DELPERO.

Il film ha già partecipato alla 72° edizione del Festival di Locarno, dove ha vinto MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA DEL CONCORSO INTERNAZIONALE- PREMIO EUROPA CINEMAS LABEL - PREMIO DELLA GIURIA ECUMENICA - SECONDO PREMIO DELLA GIURIA DEI GIOVANI.
Dopo notevoli esperienze nel documentario, la regista e sceneggiatrice MAURA DELPERO ha completato la sua opera prima dal titolo “MATERNAL-HOGAR”, una coproduzione italo argentina, prodotta da Disparte, Vivo film, El Campo Cine, con il contributo del MiBACT e con il sostegno di IDM Südtirol – Alto Adige Film Fund & Commission (BLS). La nostra attrice LIDIYA LIBERMAN è una delle protagoniste insieme a Renata Palminiello, Denise Carrizo, Agustina Malale, Marta Lubos, Isabella Celia.

Ecco la sinossi del film: “Suor Paola è appena arrivata dall’Italia a Buenos Aires per terminare il suo noviziato e prendere i voti all’Hogar, un centro religioso italiano per ragazze madri. Qui si troverà di fronte un mondo che non si aspettava. Entrambe diciassettenni, Lu e Fati sono ragazze madri: Fati ha un'indole timida e vive all’ombra di un passato difficile; Lu è una testa calda e vuole scappare dall’Hogar per raggiungere il suo ragazzo, anche se violento. Dovendo scegliere tra l’amore per la sua bambina Nina e l’attrazione per il suo uomo, una notte fuggirà dall’Hogar. La custodia di Nina sarà affidata a Suor Paola: la religiosa vivrà così una sorta di breve maternità che sveglierà in lei dei dubbi sulla propria vita e sul proprio percorso. Al ritorno di Lu, entrambe dovranno affrontare le conseguenze delle proprie azioni e fare i conti con una nuova coscienza della maternità.” Dopo questi bellissimi premi, non ci rimane che vederlo al cinema!